La notte che rimane
propaggine del giorno
reca piccole stelle
a conforto del nulla.
Quel Nulla che ritrovo
tra i fogli della luce
vigile cavaliere
pacata compagnia.
Quel Nulla che sorseggio
col latte del mattino,
che bacia le mie mani
prima di andare via.

Share This
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: