La sera soltanto mi permetto la resa.
Smetto il coraggio e l’ardore
e indosso il saio frusto dell’apatia.
Mi sdraio e resto immobile
a fissar luci e ombre
rincorrersi affannose sulle pareti.
Addormento i pensieri, spengo le voci.
Riposo.
Share This
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: