Istantanee scattate in giornate qualunque: brevi cronache che possono appartenere ad ogni donna. Perché ogni donna, a volte, può essere Lea…

≈ 160 ≈ Mercoledì mattina

Aprile è stato un mese costoso. L’aggettivo forse è poco consono, ma ben rappresenta la realtà. Spese programmate, spese impreviste, qualche acquisto di troppo – perché di libri, teatro e cinema Lea non è mai sazia – e il budget mensile si è ridotto all’osso. Anche se...

leggi tutto

≈ 159 ≈ Sabato

Curiosare nei negozi dei rigattieri o girovagare tra le bancarelle che propongono oggetti vintage, è affascinante. Difficile che Lea acquisti qualcosa, nonostante la tentazione sia sempre forte. Ha anche un debole per le vecchie librerie.  Ama l’atmosfera polverosa...

leggi tutto

≈ 158 ≈ Mercoledì pomeriggio

“Acquisti controcorrente” è il mantra di Lea in questi giorni di quasi primavera. Gli anni scorsi, non appena la stagione si faceva più mite – nonostante qualche inevitabile ricaduta – si organizzava per le prime compere primaverili. Pantaloni leggeri, qualche maglia...

leggi tutto

≈ 157 ≈ Giovedì

Incrementare gli introiti mensili è spesso una chimera. Eppure, a volte, accade. Le hanno proposto di tenere un ciclo di lezioni private di spagnolo e Lea ha accettato con entusiasmo: un liceale sedicenne ha collezionato una serie di insufficienze gravi e vuole subito...

leggi tutto

≈ 156 ≈ Martedì mattina

Lea non ha più celebrato San Valentino. Non ha nulla contro la ricorrenza: l’atmosfera romantica e un po’ sdolcinata che la contraddistingue, le ha sempre ispirato tenerezza e un sorriso, ma anche quest’anno non ci saranno i presupposti per festeggiare, né per...

leggi tutto

≈ 155 ≈ Lunedì pomeriggio

Oggi piove. Una pioggia lenta, sottile, monotona, proprio come questa giornata che pare figlia di novembre. Lea ha deciso di non uscire e niente e nessuno le farà cambiare idea. Ha lavorato tutta la mattina con incredibile energia: una relazione, una traduzione, una...

leggi tutto

≈ 154 ≈ Domenica sera

Lea non aveva mai giocato a burraco. Conosceva un gran numero di giochi a carte, dai più semplici ai più complessi, tranne quello. Domenica sera però si è trovata a casa di amici appassionati giocatori e si è lasciata coinvolgere.  Dopo cena, è partita la proposta di...

leggi tutto

≈ 153 ≈ Mercoledì

Gennaio non è ancora finito, eppure le giornate già si stanno allungando. La luce è più intensa e col sole i colori assumono sfumature pastello, quasi primaverili. Lea non s’illude: sa che ancora arriveranno giorni di freddo, pioggia e nebbia, ma questi scampoli di...

leggi tutto

≈ 152 ≈ Lunedì

L’aeroporto è affollato, come sempre. Un microcosmo variegato e colorato di persone, valigie, zaini che si muove alla rinfusa, senza ordine, senza un senso apparente. Tutti comunque affaccendati: in coda al check in, in cammino verso il gate, al bar davanti a un caffè...

leggi tutto

≈ 151 ≈ Venerdì mattina

Auguri, auguri, auguri! Quando i social e le chat non avevano ancora invaso il suo quotidiano, Lea inviava gli auguri a mezzo posta. A metà dicembre acquistava buste e biglietti e, armata di tanta pazienza e dell’agenda degli indirizzi, scriveva e spediva. Da anni...

leggi tutto
Share This