Pendolari

In questi giorni, purtroppo, si parla di pendolari.  Un disastro ferroviario ha acceso un potente riflettore su una categoria di viaggiatori spesso dimenticata o bistrattata. E insieme allo sgomento e alla tristezza sono affiorati i ricordi. Sono stata anch’io una...

leggi tutto

Cara Amica ti scrivo

Ho la fortuna di avere tanti amici: molte persone attorno, affettuose, presenti, solidali, disponibili. Le cerco e mi cercano, con una netta prevalenza della prima ipotesi rispetto alla seconda, ma non mi pesa. Forse – mi dico – io ho meno impegni, maggior tempo...

leggi tutto

Atlante

Disegno a mano libera l’atlante del cuore. Dispongo a occhi chiusi città e fiumi, coloro le valli, riempio i laghi. Conosco i confini, ogni ponte da misurare, le vette e i dirupi, gli oceani e i deserti. Vorrei non averti incontrato sulla mia strada. Alda Invernizzi...

leggi tutto

Nero assoluto

Ho smarrito il mio cielo: è buio d’intorno è buio ovunque cerco riparo. Lacrime di ghiaccio feriscono il viso mentre il dolore si insinua in ogni anfratto del mio corpo. Ma tra le mani ho frammenti di stelle. Alda Invernizzi da Caleidoscopio/Edizioni...

leggi tutto

Sarà la primavera

…sempre brillerà di luce chi, per la capriola di una nuvola, ebbe per un istante il sole negli occhi… Alda Invernizzi da Caleidoscopio/Edizioni...

leggi tutto

Onde

Le onde blandiscono il mio respiro seducono il tempo, lo assecondano nell'attesa del sole e del futuro.   Alda Invernizzi

leggi tutto

Dove

Dove sta il coraggio di ripartire? Tra le pieghe di lenzuola fragili, nei respiri che innaffiano la gola, sciolto nella tisana di melissa, intrecciato a parole, abbracci, note. Dove sta la forza per ripartire?   Alda Invernizzi

leggi tutto

La tazza di schiuma

La tazza di schiuma protegge le mani protese perdute private di voce e di sole, di anime chiare, di occhi fanciulli cullati dal mare, di pallide luci e ricordi a quadretti, di viali che corrono e corrono e corrono. Rallento il pensiero, mi fermo, assaporo il miele che...

leggi tutto

Ti voglio gialla

  Solleverei gli angoli delle labbra con indice, pollice e tocco lieve, toglierei la riga che solca il viso, il nero di pensieri dentro gli occhi; poi, con le mani aperte, lentamente, carezze sulle spalle, braccia, schiena, via i dolori e le ansie, via i tormenti, via...

leggi tutto

Ed esco

Asciugo con carta assorbente desideri e sogni che si rincorrono su fogli sottili. Vesto di colori nuovi e stoffe morbide respirando piano sconosciute fragranze. Slego i pensieri allineati con cura in ordinate colonne della mente. Ammucchio macerie e calcinacci di...

leggi tutto
Share This