E quando si capovolge il tuo mondo
ti chiedi perchè, prima,
sole e aria non ti fossero cibo
risate non riempissero la bocca
nè coriandoli in volo l’orizzonte.
Ora che cerchi di domare aquiloni
disorientati ostaggi del maestrale,
ora che cieco tenti di riafferrare,
calpestato sotto un cielo di piombo,
tutto quel che rimane
Share This
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: