Si è regalata mezza giornata di svago durante la settimana. Non capita spesso a Lea di potersi ritagliare un intero pomeriggio. Il week end si sa, è sacro: niente lavoro se non nei momenti di crisi, creativa o economica che sia; ma durante la settimana lavoro, solo lavoro. Certo, qualche momento di relax è garantito, ma senza esagerare. Questa volta però aveva davvero necessità di staccare e voleva farlo in compagnia. Impresa non facile, visto che tutti i suoi amici, grazie al cielo, hanno un’occupazione. Dopo un rapido  sondaggio (vuoi mai che qualcuno sia in ferie e non sappia cosa fare), ha fatto centro. Una passeggiata? Una mostra? Un film. Lea adora andare al cinema. Non disdegna i film trasmessi in tv ma il grande schermo ha un fascino ineguagliabile. Nell’attuale fase di vita poi, il cinema ha quasi soppiantato nel suo cuore la lettura. Quasi un’eresia a pensarci bene: ma è la verità. La visione di un film la cattura per due ore senza interruzioni, volute o costrette. La catapulta in vite e storie dalle quali si lascia attrarre, coinvolgere, trascinare. E la fantasia vola libera. E’ quasi un’anestesia leggera e senza effetti collaterali. Non che abbia necessità di fuggire dal suo presente, ma questi viaggi virtuali sono appaganti e unici. Si godono un film in costume questa volta, e Lea si perde negli abiti e nei gioielli della protagonista e nel suo favoloso castello a sud dello Yorkshire…

Share This
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: